5mila dollari per licenziarti: te ne vai o rimani?

0
256

Pubblicità

“In questa busta ci sono 5.000 dollari, se scegli di licenziarti, sono tuoi. Ma ti ripeto: pensaci prima di accettare”. Se il vostro datore di lavoro esordisse con una frase simile, che reazione avreste? Non stiamo parlando di un film di fantascienza, ma del programma “Pay to Quit” ideato da Amazon, che una volta all’anno propone ai propri dipendenti una somma di denaro (che aumenta ogni anno partendo da 2.000 dollari fino ad arrivare a 5.000) per licenziarsi.

5mila dollari per licenziarti: te ne vai o rimani?
5mila dollari per licenziarti: te ne vai o rimani?

Come si legge dal comunicato ufficiale: “L’obiettivo è di incoraggiare la gente a concedersi un momento e pensare a ciò che realmente vuole. Nel lungo periodo un dipendente che sta in un posto dove non vuole non è salutare per se stesso e per l’azienda“. In effetti è un metodo davvero geniale per “testare” ogni possibile malcontento con l’azienda.




E’ chiaro che questo tipo di iniziative funziona solamente con grandi multinazionali e in un mercato del lavoro stabile (negli Stati Uniti la disoccupazione è poco più del 7 %), dove è più facile trovare un nuovo lavoro: risulta molto improbabile pensare, infatti, che qualcuno accetti 5.000 dollari rinunciando ad uno stipendio mensile di 1.200-1.500 dollari.

Da questo tipo di iniziative emerge l’impegno delle grandi aziende a fidelizzare i propri dipendenti, rendendoli parte integrando dell’azienda e non semplici lavoratori stipendiati.

Pubblicità

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here